h1

come stiamo messi ?

aprile 23, 2007

a grande richiesta, posto due righe sul clamore suscitato dal gol fotocopia di messi sui media. a prescindere dal fatto che ciò fa entrare ufficiamente il blog in un atmosfera da bar sport, mi siedo al tavolino vicino alla più classica delle scopette e, in attesa della mia ombra, tendo l’orecchio ai discorsi degli astanti. eccovene un’anticipazione…

ps. attendo commenti in tema. e il tema in particolare è: qual è il gol più bello mai segnato da te? credo che allargare la domanda all’intero mondo del calcio professionistico sia velleitario.

con l’occasione, a noi juventini non resta che aspettare che gli passi sto momento di euforia, a tutti quelli che amano cantare “pazza inter…“, con l’avvertenza che, prima di parlare, gli si ricordi che ogni scudetto vinto senza la juve vale la metà.

8 commenti

  1. Non ho dubbi: il mio gol più bello l’ho realizzato in una gara del torneo scolastico in prima superiore. Un misto di scaltrezza alla Romario, di intuito alla Inzaghi, e di classe alla Maradona, sentite qua: il difensore avversario, ignaro del mio fiuto del gol, batte una rimessa laterale verso il portiere. Io, che avevo intuito tutto, scatto (si fa per dire, viste le mie doti atletiche…) verso il portiere e, proprio mentre lui sta per abbrancare la palla in presa (scusate la citazione), spicco il volo verso l’alto (altra licenza poetica, sempre viste le mie doti atletiche) e, girato di spalle rispetto al portiere, lo anticipo e con una zuccata a pallonetto insacco. L’apoteosi. Peccato che poi quell’anno noi sbarbi di quarta ginnasio (prima superiore) siamo riusciti ad arrivare in finalissima, persa poi drammaticamente contro la Quarta B (ancora me li ricordo, pezzi di merda). Inutile dire che, contro ogni pronostico, sono stato il capocannoniere della manifestazione. Mamma mia se ce ne sarebbero da raccontare…😀


  2. chiarezza cristallina nella descrizione: ma lo sai che potresti fare il giornalista sportivo?😉
    pensa che ti ho immaginato secondo per secondo: ho un unico dubbio sulla lunghezza dei capelli che ti ornavano il capo…eri in piena versione dark / heavy, ossia riccioluto alla valderrama?
    nel frattempo, malgrado il tema proposto venga da me, sto pensando a quale scegliere tra i mille prodigi che i miei piedi hanno compiuto (capirai, è una lotta tra poveri…).
    ci penso.


  3. confermo: il fratello moro di valderrama ero proprio io…


  4. io di gol belli ne ho fatti a grappoli, ma uno mi sta particolarmente a cuore. s.paolo-caminese di una decina d’anni or sono… addomestico con la coscia un rinvio del mio portiere. sono subito dopo la linea mediana, con un difensore che mi marca stretto… tergiverso in direzione dell’out di destra, poi improvvisamente, con un dribbling a rientrare mi libero del marcatore. sono sulla 3/4 e passo un altro difensore con un triangolo preciso con marco faggin. nello stoppare il passaggio di ritorno, fingo di essermela allungata troppo, inducendo il libero ad intervenire e zac! lo infilo con un tunnel in corsa. sono quasi al limite dell’area quando faccio partire una morbida palombella che si insacca alle spalle del portiere, ingenuamente fuori dai pali. standing ovation.
    forse l’unica volta (tra il primo e il secondo tempo) che un dirigente avversario mi ha fatto i complimenti davanti a tutti per la mia prestazione


  5. grandissimo tito…


  6. però il gol più bello che ho visto fare è quello che vado a raccontare: giocavo col g.s. lellianum ed ero veramente piccolo… si giocava nel campo del patronato. ad un certo punto un mio compagno di squadra lascia partire un tiro totalmente sbilenco e lentissimo. prima che il pallone passi la linaea di fondo, tutti (compreso l’arbitro), si girano per tornare a centrocampo… appostato vicino alla porta avversaria, gaurdava la partita il fratello del caro jey (a proposito di giocatori bravi…), che con mossa astuta e repentina deviava il pallone in gol!
    l’arbitro, che non si era accorto di nulla, non potè fare altro che convalidare il gol.
    certo, non fu spettacolare, ma è l’unico gol (che io sappia) segnato da uno spettatore


  7. eccezionale… questo me lo ricordo anch’io!


  8. beh, mi frulla in testa una scena da un paio di giorni, ma so già che non vale.
    nei lunghi allenamenti invernali, vestito di qualche povero cencio, il piccolo (e sovrappeso) panchinaro si esercitava come gli altri bambini nei tiri al limite dell’area su triangolo fatto a centrocampo. purtroppo, il nostro eroe non aveva la necessaria coordinazione e velocità per impattare bene il pallone e spesso la cacciava clamorosamente fuori. Ad ogni errore, il fighissimo e bravissimo e stronzissimo portiere, figlio di un noto ingegnere col quale oggi il portiere lavora, lo canzonava e umiliava con frasi tipo “non serve neanche che la paro, – purtroppo il congiuntivo non è mai stato il suo forte – tanto la butti fuori”.
    una sera, nella partitella, il panchinaro di cui sopra scagliò, dopo regolare triangolo, una sassata che si andò a infilare al sette della porta, in un punto nel quale il portiere non potè arrivare, tante erano la velocità e la precisione del tiro. e il panchinaro esultò, come mai aveva esultato prima per un gol, in faccia allo snob (e anche alla sua faccia…).

    però lo so che non vale, non c’era nemmeno l’arbitro…



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: