h1

one in the morning

novembre 17, 2007

On a rooftop Manhattan
One in the morning
You said something
That I’ve never forgotten

mentre pj mi racconta di manhattan, io pedalo. Leggero, in questa notte di ghiaccio. Contento, tutto sommato. Devio la marcia della mia consunta bici e sfioro una 500 bianca, di quelle vecchie. Esprimo un desiderio. Alcuni secondi, di nuovo una 500, gialla. Un’altra carezza, un altro desiderio.  Felice, tutto sommato. ancora una rotonda. La strada di casa. Io, fermo davanti al cancello di casa, e le chiavi da qualche parte dentro il mio giaccone invernale. Sta cazzo di chiave nera, dov’è?

All’inizio della strada, una pattuglia di vigili avanza lentamente, inesorabilmente. Oh. I vigili. Sul lato opposto della strada, la mia polo. con due ruote in un parcheggio proibito. Trovata. I vigili passano. Si, ma infilarla è un’impresa, da ubriachi. Sembri proprio un cazzo di sospetto, con sto cappuccio tirato su, che trabatti davanti al cancello. Si trattengono qualche attimo in più allo stop. Se ti fermano, sei nella merda. se tornano indietro sei nella merda. se sposti la macchina e sei ubriaco, sei nella merda. Sta cazzo di chiave è entrata finalmente. oh, cazzo.

alcuni attimi di smarrimento totale.

oh.  cazzo.

rumore di metallo, ma niente riflessi.

Possibile che sulla porta di casa, dopo avere espresso due desideri, e uno dei quali riguarda la mia relazione, perda la fede?

no, per dire di come un rumore, il rumore della tua fede che cade, possa significare anni di vita che passano.

ah, alla fine la polo l’ho spostata, c’era un parcheggio nella via di fianco.

5 commenti

  1. OUCH!
    molto ben scritto questo post. complimenti


  2. guarda, devo dire che è la seconda versione.nel senso che ne avevo scritto una molto molto simile e s’è cancellata ed ero quasi disperato.l’ho ributtato giù e qualcosa è andato perso. ma alla fine va bene lo stesso. grazie, anyway!


  3. cazzo l’idea di perdere la fede mi sconvolge… e comunque si, scritto da dio (e quanto incazzare fa perdere un post per colpa di inspiegabili problemi tecnologici?!?!)


  4. pensierino piccino: devo farla stringere.
    pensierino grande: devo smettere di essere consapevole di ciò che serve a risolvere i problemi e lasciare tutto uguale.
    pensierino grandissimo: devo smettere di pensare, o – che è peggio – di fare finta di fare qualcosa, e invece agire. ad esempio, diventare un ubriacone, se gli unici post che vi piacciono li ho scritti da ubriaco!😉


  5. ah, e sì. fa incazzare alla grande.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: