h1

una piccola parabola

novembre 28, 2007

A CATTOMODERA’, FACCE RIDE

Allora ce stanno la madre e er padre de pierino che oltre a pierino cianno nantri sei figli, e siccome er padre lavora ai mercati generali e la madre fa le pulizie a la garbatella cianno li stipendi bassi per colpa der governo e de le tasse, cianno pochi sordi giusto pe pagà l’affitto di un monolocale che infatti abbitano proprio a un monolocale de trentacinque metri guadri più un servizio igienico a casalotti boccea.
Siccome di questa situazione, non cianno molto spazio pe’ sta in intimità, e ne soffrono pure perchè oltre a ‘na vita de mmerda, manco l’intimità a causa dei sei figli più un pierino, questo per via del papa che non vole che usaveno l’anticoncezzionali. Allora escogitano uno stratagemma, che sarebbe che all’ora de cena la madre fa finta de tagliarsi un dito col coltello del pane, e corre subito in bagno e il padre accorre subito subito anche lui a medicare la madre, e così in bagno all’ora de cena possono consumare l’intimità, evitando anche il problema del concepimento della vita di un settimo figlio pierino escluso tramite l’utilizzo del secondo canale.
Che infatti all’ora di cena mentre che tutti la famiglia pierina stava in cucina, che poi sarebbe il monolocale, la madre grida “Ahio, santabbarbara e santelisabbetta me so’ tagliata un dito!” e scappa in bagno tutta allarmata. Allora il padre dice “Fermi tutti figli, io che sono anche il capofamiglia vado a vede’ che s’è fatta mamma e ad accertarmi che non moia.” Che infatti va subito al bagno pure lui. Mo’ che i figli so rimasti in cucina, se senteno delle gride dal bagno tipo di dolore tipo “ah” “oh” “no” “no” “ahio” e insomma si sente la madre che si lamenta come se la medicazione der dito non sta andando proprio troppo bene. Allora Pierino che dei sette è il maggiore dice “Fermi tutti! Io che so il maggiore de tutti andrò ad accertarmi che va tutto bene”. Che infatti va ad accertarsi spiando dal buco dell’unica serratura del monolocale che sarebbe poi quella del servizio igienico. E vede la madre riversa sul lavandino e il padre che ovviamente e anticoncezionalmente (nonchè antinaturalmente) gli da dei corpi di reni che veramente sembra incazzatissimo. Tutto spaventato Pierino torna in cucina dai sei fratelli, e li avverte con un monito: “A regà, non v’azzardate a favve male, che papà ve se incula”

<!– –>

simpatica, nevvero?

Via il Cattomoderasta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: